Crociera a vela in flottiglia verso il sud del Tirreno - Barca a vela - Trixarc 1405 Views
Ti piace Youposition.it? Ti sembra utile o divertente? Se vuoi, puoi fare una piccola donazione. I costi del noleggio del server e del modem sono alti. Con la tua donazione contribuirai a mantenere questo servizio gratuito.
PayPal - Il metodo rapido, affidabile e innovativo per pagare e farsi pagare.
Vuoi iniziare anche tu ad inviare le tue posizioni? Leggi qui come si fa. Se invece ti sei già registrato, fai il login per commentare questo viaggio
Commenti: 0
139214 20/08/2023 18:59 42.06175 11.81332 20/08/2023 18:59
42° 03,705'N 11° 48,799'E

Oggi l’ultima tappa della crociera. Partenza all’alba e
direzione il faro di Fiumicino. All’inizio onde alte ma arrotondate e
distanziate, poi con vento di grecale da 10 nodi le stesse si fanno più
ripide a ravvicinate. Si procede a motore, a tratti aiutati dalle vele
quando possibile. Arrivati a Fiumicino si fa quindi rotta verso Capo Linaro
con il vento che è ruotato a Nord-Ovest e quindi perfettamente contrario
alla nostra direzione. Poi gira ad Ovest e a quel punto si possono di nuovo
aprire le vele ma il motore resta acceso. Poi si riesce per un’oretta ad
andare anche a sola vela. Il mare nel frattempo si è calmato e si
preannuncia un rientro tranquillo e invece… In corrispondenza di Capo Linaro
ci accoglie improvvisa un tramontana da 25 nodi con mare mosso ma le ultime
miglia a motore sferzati dal vento e il conseguente ormeggio problematico a
Riva di Traiano non riescono certo a condizionare il bellissimo ricordo che
conserveremo di questa bella crociera insieme.

Oggi l’ultima tappa della crociera. Partenza all’alba e direzione il faro di Fiumicino. All’inizio onde alte ma arrotondate e distanziate, poi con vento di grecale da 10 nodi le stesse si fanno più ripide a ravvicinate. Si procede a motore, a tratti aiutati dalle vele quando possibile. Arrivati a Fiumicino si fa quindi rotta verso Capo Linaro con il vento che è ruotato a Nord-Ovest e quindi perfettamente contrario alla nostra direzione. Poi gira ad Ovest e a quel punto si possono di nuovo aprire le vele ma il motore resta acceso. Poi si riesce per un’oretta ad andare anche a sola vela. Il mare nel frattempo si è calmato e si preannuncia un rientro tranquillo e invece… In corrispondenza di Capo Linaro ci accoglie improvvisa un tramontana da 25 nodi con mare mosso ma le ultime miglia a motore sferzati dal vento e il conseguente ormeggio problematico a Riva di Traiano non riescono certo a condizionare il bellissimo ricordo che conserveremo di questa bella crociera insieme. Trixarc.139214.jpg Trixarc false
139201 19/08/2023 19:03 41.45165 12.65473 19/08/2023 19:03
41° 27,099'N 12° 39,284'E

Giornata di trasferimento. Prima di lasciare la splendida
Palmarola siamo andati ad ammirare parte delle sue bellezze con le
eccezionali conformazioni rocciose chiamate le cattedrali. Dopodiché rotta
su Nettuno per la sosta notturna. Già alle 13:00 si alzava però un ponente
da 10-11 nodi e il moto ondoso cominciava a crescere sempre di più. Aperta
la randa Bubi e Pepita hanno navigato a motore con le onde alte e ripide al
mascone. Auradea si era attardata a Palmarola e ci raggiungerà più tardi.
Alle 16:30 ancoravamo davanti al marina di Nettuno piuttosto stanchi per il
tipo di navigazione affrontato, ma ormai il ritorno a casa è sempre più
vicino.

Giornata di trasferimento. Prima di lasciare la splendida Palmarola siamo andati ad ammirare parte delle sue bellezze con le eccezionali conformazioni rocciose chiamate le cattedrali. Dopodiché rotta su Nettuno per la sosta notturna. Già alle 13:00 si alzava però un ponente da 10-11 nodi e il moto ondoso cominciava a crescere sempre di più. Aperta la randa Bubi e Pepita hanno navigato a motore con le onde alte e ripide al mascone. Auradea si era attardata a Palmarola e ci raggiungerà più tardi. Alle 16:30 ancoravamo davanti al marina di Nettuno piuttosto stanchi per il tipo di navigazione affrontato, ma ormai il ritorno a casa è sempre più vicino. Trixarc.139201.jpg Trixarc false
139200 19/08/2023 18:59 40.93558 13.16372 19/08/2023 18:59
40° 56,135'N 13° 09,823'E

agosto. Aspettiamo tutta la mattina all’ancora
sopportando pazientemente il moto ondoso provocato dai motoscafi e
l’inevitabile invasione di barche e barchini intorno a noi. E pensare che di
notte a cala Gaetano eravamo solo 5 barche nella pace totale! Comunque alle
15:30 decidiamo di levare il disturbo e le tre barche, Auradea, Pepita e
Bubi, si dirigono a vela verso la punta meridionale di Ponza e poi con il
bordo successivo puntano su Palmarola. La scelta inziale di Cala Brigantina
viene modificata con l’ancoraggio di Cala Forcina considerata più protetta e
con maggiori spazi a disposizione. Comunque ci lasciamo alle spalle una
bellissima veleggiata di bolina. Il posto è letteralmente magico e
tranquillo. Siamo contenti di aver deciso di lasciare il caos di Ponza per
venire qui. Peccato che internet e le connessioni telefoniche sono pressoché
assenti.

agosto. Aspettiamo tutta la mattina all’ancora sopportando pazientemente il moto ondoso provocato dai motoscafi e l’inevitabile invasione di barche e barchini intorno a noi. E pensare che di notte a cala Gaetano eravamo solo 5 barche nella pace totale! Comunque alle 15:30 decidiamo di levare il disturbo e le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi, si dirigono a vela verso la punta meridionale di Ponza e poi con il bordo successivo puntano su Palmarola. La scelta inziale di Cala Brigantina viene modificata con l’ancoraggio di Cala Forcina considerata più protetta e con maggiori spazi a disposizione. Comunque ci lasciamo alle spalle una bellissima veleggiata di bolina. Il posto è letteralmente magico e tranquillo. Siamo contenti di aver deciso di lasciare il caos di Ponza per venire qui. Peccato che internet e le connessioni telefoniche sono pressoché assenti. Trixarc.139200.jpg Trixarc false
139183 17/08/2023 19:41 40.92799 12.98577 17/08/2023 19:41
40° 55,679'N 12° 59,146'E

Oggi giornata di trasferimento verso casa. Partenza alle
6:00 da Procida (sembrava vi avessimo messo le radici…) per dirigerci a
motore verso Ponza. Il poco vento proviene da Nord-Ovest per cui provare a
veleggiare quando hai bisogno di macinare miglia in tempi decenti è
impossibile. Pepita ci proverà comunque alla fine nelle vicinanze di
Zannone, ma per breve tempo. Le altre due barche, Auradea e Bubi, non si
lasceranno tentare, per cui alle 15:00 circa si ancorano in cala Gaetano, lo
stesso punto che ci ha ospitati all’andata. Comunque fino alle 19:00
dobbiamo sopportare un fastidiosissimo moto ondoso causato, da barchini,
motoscafi, gommoni e persino aliscafi e traghetti. Un vero tormento che a
momenti ci fa rimpiangere persino il golfo di Napoli e il suo traffico!
Ponza in questo periodo è decisamente da evitare, peccato perché i posti
sono meravigliosi.

Oggi giornata di trasferimento verso casa. Partenza alle 6:00 da Procida (sembrava vi avessimo messo le radici…) per dirigerci a motore verso Ponza. Il poco vento proviene da Nord-Ovest per cui provare a veleggiare quando hai bisogno di macinare miglia in tempi decenti è impossibile. Pepita ci proverà comunque alla fine nelle vicinanze di Zannone, ma per breve tempo. Le altre due barche, Auradea e Bubi, non si lasceranno tentare, per cui alle 15:00 circa si ancorano in cala Gaetano, lo stesso punto che ci ha ospitati all’andata. Comunque fino alle 19:00 dobbiamo sopportare un fastidiosissimo moto ondoso causato, da barchini, motoscafi, gommoni e persino aliscafi e traghetti. Un vero tormento che a momenti ci fa rimpiangere persino il golfo di Napoli e il suo traffico! Ponza in questo periodo è decisamente da evitare, peccato perché i posti sono meravigliosi. Trixarc.139183.jpg Trixarc false
139155 16/08/2023 10:36 40.75928 14.02892 16/08/2023 10:36
40° 45,557'N 14° 01,735'E

E’ ferragosto! Dopo una notte tranquilla senza vento ed
eccessivo rollio, siamo partiti dalla costiera amalfitana per proseguire la
fase di ritorno a casa. Le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi, hanno
navigato a motore lungo tutta la costa malfitana e la penisola sorrentina
per raggiungere poi Capri e dare un’occhiata da vicino ai famosi faraglioni.
Alle 13:00 però si è alzato un bel ponente da 10 nodi e noi di Bubi abbiamo
deciso di andare subito a vela pur facendo un lungo bordo verso sud-ovest e
poi virare in direzione Procida. Dopo un po’ anche le altre due barche ci
hanno imitato. E’ stata una bellissima bolinata di ben 5 ore e alle 18:00
abbiamo quindi raggiunto la meta. La nostra intenzione era quella di
arrivare quando cominciava l’esodo delle piccole barche che di solito
saturano le baie. Abbiamo però dovuto aspettare un’altra ora per poter
trovare lo spazio giusto dove ancorare e ne è valsa la pena visto che ora ci
troviamo in prima fila proprio davanti al bellis

E’ ferragosto! Dopo una notte tranquilla senza vento ed eccessivo rollio, siamo partiti dalla costiera amalfitana per proseguire la fase di ritorno a casa. Le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi, hanno navigato a motore lungo tutta la costa malfitana e la penisola sorrentina per raggiungere poi Capri e dare un’occhiata da vicino ai famosi faraglioni. Alle 13:00 però si è alzato un bel ponente da 10 nodi e noi di Bubi abbiamo deciso di andare subito a vela pur facendo un lungo bordo verso sud-ovest e poi virare in direzione Procida. Dopo un po’ anche le altre due barche ci hanno imitato. E’ stata una bellissima bolinata di ben 5 ore e alle 18:00 abbiamo quindi raggiunto la meta. La nostra intenzione era quella di arrivare quando cominciava l’esodo delle piccole barche che di solito saturano le baie. Abbiamo però dovuto aspettare un’altra ora per poter trovare lo spazio giusto dove ancorare e ne è valsa la pena visto che ora ci troviamo in prima fila proprio davanti al bellis Trixarc.139155.jpg Trixarc false
139135 14/08/2023 20:15 40.66016 14.71541 14/08/2023 20:15
40° 39,610'N 14° 42,925'E

Abbiamo levato l’ancora davanti ad Agropoli per
attraversare tutto il golfo di Salerno. Si è alzato proprio in quel momento
un bel vento da Ovest con intensità di 11-12 nodi. Questo ci ha permesso di
fare una bellissima veleggiata di bolina fino alla nostra destinazione.
Sotto la costiera amalfitana il vento ha rinforzato portandosi a 13-15 nodi.
Alla fine siamo giunti davanti alla spiaggia di Fuente trovandola piena di
barchini e gommoni. Dopo un ancoraggio provvisorio abbiamo atteso le 19:00,
quando ormai la baia era pressoché vuota, per fare quello definitivo per la
notte. Nel frattempo abbiamo dovuto sopportare il continuo rollio dovuto
alle fastidiose onde sollevate da ogni genere di mezzo nautico di passaggio,
praticamente un’interminabile processione.

Abbiamo levato l’ancora davanti ad Agropoli per attraversare tutto il golfo di Salerno. Si è alzato proprio in quel momento un bel vento da Ovest con intensità di 11-12 nodi. Questo ci ha permesso di fare una bellissima veleggiata di bolina fino alla nostra destinazione. Sotto la costiera amalfitana il vento ha rinforzato portandosi a 13-15 nodi. Alla fine siamo giunti davanti alla spiaggia di Fuente trovandola piena di barchini e gommoni. Dopo un ancoraggio provvisorio abbiamo atteso le 19:00, quando ormai la baia era pressoché vuota, per fare quello definitivo per la notte. Nel frattempo abbiamo dovuto sopportare il continuo rollio dovuto alle fastidiose onde sollevate da ogni genere di mezzo nautico di passaggio, praticamente un’interminabile processione. Trixarc.139135.jpg Trixarc false
139134 14/08/2023 20:11 40.35696 14.98832 14/08/2023 20:11
40° 21,418'N 14° 59,299'E

Una notte tranquilla ma la partenza doveva avvenire molto
presto, per cui alle 6 siamo salpati da Pioppi. Le tre barche, Auradea,
Pepita e Bubi hanno quindi preso a motore la direzione per Agropoli
raggiunta poi verso le 10:00. Era necessario uno scalo tecnico al marina,
noi per fare rifornimento di gasolio e acqua, gli altri due equipaggi di
Auradea e Pepita per fare anche degli acquisti alimentari. Queste due barche
si sono messe poi all’ancora nell’angusto avamporto, mentre noi aspettavamo
fuori davanti a uno splendido costone roccioso. Fare i rifornimenti è stato
abbastanza semplice e non abbiamo dovuto aspettare molto perché arrivasse il
nostro turno.

Una notte tranquilla ma la partenza doveva avvenire molto presto, per cui alle 6 siamo salpati da Pioppi. Le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi hanno quindi preso a motore la direzione per Agropoli raggiunta poi verso le 10:00. Era necessario uno scalo tecnico al marina, noi per fare rifornimento di gasolio e acqua, gli altri due equipaggi di Auradea e Pepita per fare anche degli acquisti alimentari. Queste due barche si sono messe poi all’ancora nell’angusto avamporto, mentre noi aspettavamo fuori davanti a uno splendido costone roccioso. Fare i rifornimenti è stato abbastanza semplice e non abbiamo dovuto aspettare molto perché arrivasse il nostro turno. Trixarc.139134.jpg Trixarc false
139097 13/08/2023 19:25 40.17032 15.08254 13/08/2023 19:25
40° 10,219'N 15° 04,952'E

Dopo una notte con forte brezza di terra, anche oltre i 15
nodi, le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi, hanno levato l’ancora e si sono
dirette a Nord-Ovest. Il ritorno a casa è ufficialmente iniziato. Dopo Capo
Palinuro alziamo subito le vele perché ci aspetta un grecale anche
abbastanza sostenuto. Dopo un po’ siamo costretti a ridurre il genoa e
procediamo di bolina con sbandamento più ridotto. Pepita decide invece di
dirigersi più sotto costa a tutta tela sventando ogni tanto il genoa.
Auradea procede un po’ più a largo. Poi l’intensità del vento cala e la sua
direzione gira a sud sud-est. A quel punto noi tentiamo l’andatura a
farfalla e questo ci fa recuperare moltissimo rispetto ai nostri amici che
invece decidono di fare bordi. Arriviamo di nuovo a Pioppi dove abbiamo
ordinato un pranzo con consegna in barca da “Casa di Delia”.

Dopo una notte con forte brezza di terra, anche oltre i 15 nodi, le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi, hanno levato l’ancora e si sono dirette a Nord-Ovest. Il ritorno a casa è ufficialmente iniziato. Dopo Capo Palinuro alziamo subito le vele perché ci aspetta un grecale anche abbastanza sostenuto. Dopo un po’ siamo costretti a ridurre il genoa e procediamo di bolina con sbandamento più ridotto. Pepita decide invece di dirigersi più sotto costa a tutta tela sventando ogni tanto il genoa. Auradea procede un po’ più a largo. Poi l’intensità del vento cala e la sua direzione gira a sud sud-est. A quel punto noi tentiamo l’andatura a farfalla e questo ci fa recuperare moltissimo rispetto ai nostri amici che invece decidono di fare bordi. Arriviamo di nuovo a Pioppi dove abbiamo ordinato un pranzo con consegna in barca da “Casa di Delia”. Trixarc.139097.jpg Trixarc false
139082 12/08/2023 19:02 40.02861 15.30494 12/08/2023 19:02
40° 01,717'N 15° 18,296'E

Partite Pepita a Bubi all’ora di pranzo dalla baia Porta
del Monaco decidiamo di tornare a Palinuro. Auradea aveva nel frattempo
deciso di tentare una ricognizione direttamente a Scario, ma pure lì le
condizioni non erano accettabili anche perché nel frattempo si era alzato un
libeccio da 15 nodi con il conseguente moto ondoso. Scendiamo quindi
nuovamente a motore lungo la costa fino a punta degli Infreschi. Poi alziamo
le vele e dopo numerosi bordi raggiungiamo la nostra meta. Il vento nel
frattempo aveva girato a Ovest portandosi sui 10-12 nodi. Anche Auradea ci
aveva raggiunto a vela da Scario. E’ stata una bellissima bolinata!

Partite Pepita a Bubi all’ora di pranzo dalla baia Porta del Monaco decidiamo di tornare a Palinuro. Auradea aveva nel frattempo deciso di tentare una ricognizione direttamente a Scario, ma pure lì le condizioni non erano accettabili anche perché nel frattempo si era alzato un libeccio da 15 nodi con il conseguente moto ondoso. Scendiamo quindi nuovamente a motore lungo la costa fino a punta degli Infreschi. Poi alziamo le vele e dopo numerosi bordi raggiungiamo la nostra meta. Il vento nel frattempo aveva girato a Ovest portandosi sui 10-12 nodi. Anche Auradea ci aveva raggiunto a vela da Scario. E’ stata una bellissima bolinata! Trixarc.139082.jpg Trixarc false
139081 12/08/2023 18:54 40.03869 15.47593 12/08/2023 18:54
40° 02,321'N 15° 28,556'E

Ci siamo concessi un’altra giornata di pausa a Palinuro
per goderci un posto fantastico e tranquillo con chiaramente escursioni in
tender alle grotte davanti ai nostri ancoraggi. Poi oggi siamo salpati per
dirigerci ancora a sud-est- La meta iniziale era il mitico Porto Infreschi
dove sono presenti dei gavitelli che possono essere condivisi da tre barche
disposte a pacchetto. Per noi era una soluzione perfetta, ma purtroppo
all’arrivo alle 10:00 erano già tutti occupati. Alcuni persino dalle solite
piccole barche e gommoni! Abbiamo quindi proseguito verso nord lungo la
costa per fermarci nella cala Porta del Monaco poco prima di Scario. Questa
zona è la prima che si incontra fuori dalla zona B del Parco del Cilento.
Qui però la situazione era terribilmente caotica. Un carosello di barche e
barchette da delirio con conseguente fastidioso moto ondoso. Posto
bellissimo ma compagnia decisamente non altezza.

Ci siamo concessi un’altra giornata di pausa a Palinuro per goderci un posto fantastico e tranquillo con chiaramente escursioni in tender alle grotte davanti ai nostri ancoraggi. Poi oggi siamo salpati per dirigerci ancora a sud-est- La meta iniziale era il mitico Porto Infreschi dove sono presenti dei gavitelli che possono essere condivisi da tre barche disposte a pacchetto. Per noi era una soluzione perfetta, ma purtroppo all’arrivo alle 10:00 erano già tutti occupati. Alcuni persino dalle solite piccole barche e gommoni! Abbiamo quindi proseguito verso nord lungo la costa per fermarci nella cala Porta del Monaco poco prima di Scario. Questa zona è la prima che si incontra fuori dalla zona B del Parco del Cilento. Qui però la situazione era terribilmente caotica. Un carosello di barche e barchette da delirio con conseguente fastidioso moto ondoso. Posto bellissimo ma compagnia decisamente non altezza. Trixarc.139081.jpg Trixarc false
139054 10/08/2023 18:43 40.02717 15.30446 10/08/2023 18:43
40° 01,630'N 15° 18,268'E

Ieri giornata di pausa e di riposo a Pioppi, ma con la
simpatica sorpresa rappresentata dal ristorante “La casa di Delia” che a
pranzo ci ha fornito gustosissime portate da consumare in barca (è previsto
pure un servizio a “domicilio”) e la sera ci ha accolti nella sua location
con terrazza sul mare. Oggi le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi, hanno
levato l’ancora per dirigersi ancora a sud-est. Il vento da sud-ovest
all’inizio scarso nel corso della mattinata ha raggiunto gli 8-9 nodi
consentendoci di navigare anche un po’ solo a vela. Alle 14:00, dopo aver
doppiato capo Palinuro, abbiamo raggiunto la “baia del buon dormire”.
Abbiamo ancorato nel lato est meno affollato di barche e barchette. E
pensare che a Pioppi eravamo praticamente solo noi.

Ieri giornata di pausa e di riposo a Pioppi, ma con la simpatica sorpresa rappresentata dal ristorante “La casa di Delia” che a pranzo ci ha fornito gustosissime portate da consumare in barca (è previsto pure un servizio a “domicilio”) e la sera ci ha accolti nella sua location con terrazza sul mare. Oggi le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi, hanno levato l’ancora per dirigersi ancora a sud-est. Il vento da sud-ovest all’inizio scarso nel corso della mattinata ha raggiunto gli 8-9 nodi consentendoci di navigare anche un po’ solo a vela. Alle 14:00, dopo aver doppiato capo Palinuro, abbiamo raggiunto la “baia del buon dormire”. Abbiamo ancorato nel lato est meno affollato di barche e barchette. E pensare che a Pioppi eravamo praticamente solo noi. Trixarc.139054.jpg Trixarc false
139034 08/08/2023 19:49 40.16935 15.08315 08/08/2023 19:49
40° 10,161'N 15° 04,989'E

Dopo una sosta forzata di 4 notti, per via del meteo
sfavorevole, nel Marina di Arechi di Salerno, oggi le tre barche della
flotta, Auradea, Pepita e Bubi, hanno mollato gli ormeggi per dirigersi a
sud-est verso il Cilento. Nelle prime miglia percorse ci ha accompagnato
poco vento per cui abbiamo proceduto a motore, poi, dopo circa due ore e
mezzo di navigazione, abbiamo potuto finalmente utilizzare le vele.
All’inizio il vento da ovest si è mantenuto sui 8-9 nodi, poi ha rinforzato
arrivando a punte di 18-19 nodi. Intanto l’altezza dell’onda cresceva fino a
rendere il mare mosso. Poco prima di Punta Licosa abbiamo chiuso la randa
perché ormai il vento era di poppa piena, poi superata la stessa abbiamo
scartato la sosta alla baia di Ogliastro per via di dubbi sulla
ammissibilità dell’ancoraggio. Alla fine la scelta è finita su Pioppi a est
di Acciaroli, posto abbastanza ridossato e piuttosto bello.

Dopo una sosta forzata di 4 notti, per via del meteo sfavorevole, nel Marina di Arechi di Salerno, oggi le tre barche della flotta, Auradea, Pepita e Bubi, hanno mollato gli ormeggi per dirigersi a sud-est verso il Cilento. Nelle prime miglia percorse ci ha accompagnato poco vento per cui abbiamo proceduto a motore, poi, dopo circa due ore e mezzo di navigazione, abbiamo potuto finalmente utilizzare le vele. All’inizio il vento da ovest si è mantenuto sui 8-9 nodi, poi ha rinforzato arrivando a punte di 18-19 nodi. Intanto l’altezza dell’onda cresceva fino a rendere il mare mosso. Poco prima di Punta Licosa abbiamo chiuso la randa perché ormai il vento era di poppa piena, poi superata la stessa abbiamo scartato la sosta alla baia di Ogliastro per via di dubbi sulla ammissibilità dell’ancoraggio. Alla fine la scelta è finita su Pioppi a est di Acciaroli, posto abbastanza ridossato e piuttosto bello. Trixarc.139034.jpg Trixarc false
138964 04/08/2023 19:58 40.64228 14.81514 04/08/2023 19:58
40° 38,537'N 14° 48,908'E

La nottata è trascorsa tranquilla una volta che il
traffico di motoscafi vari si è placato. Per evitare di ritrovarci nella
scomoda situazione del giorno prima, su Pepita e Bubi decidiamo di partire
alle 8:00. Auradea si fermerà ancora un po’. Doppiamo punta Campanella dopo
aver lasciato alle spalle l’autostrada di mezzi nautici a motore che c’è
lungo la penisola sorrentina verso Capri. Pensavamo di fare una breve sosta
lungo la costiera amalfitana ma anche qui il via vai di gommoni, motoscafi,
battelli veloci e ogni altro qualsiasi mezzo inventato per sollevare
fastidiose onde ci dissuade dal farlo. Peccato, i posti sarebbero bellissimi
ma purtroppo non è aria. Alla fine puntiamo direttamente sul Marina di
Arechi dove ormeggiamo al nostro posto prenotato qualche giorno prima.

La nottata è trascorsa tranquilla una volta che il traffico di motoscafi vari si è placato. Per evitare di ritrovarci nella scomoda situazione del giorno prima, su Pepita e Bubi decidiamo di partire alle 8:00. Auradea si fermerà ancora un po’. Doppiamo punta Campanella dopo aver lasciato alle spalle l’autostrada di mezzi nautici a motore che c’è lungo la penisola sorrentina verso Capri. Pensavamo di fare una breve sosta lungo la costiera amalfitana ma anche qui il via vai di gommoni, motoscafi, battelli veloci e ogni altro qualsiasi mezzo inventato per sollevare fastidiose onde ci dissuade dal farlo. Peccato, i posti sarebbero bellissimi ma purtroppo non è aria. Alla fine puntiamo direttamente sul Marina di Arechi dove ormeggiamo al nostro posto prenotato qualche giorno prima. Trixarc.138964.jpg Trixarc false
138960 03/08/2023 19:21 40.63744 14.39199 03/08/2023 19:21
40° 38,246'N 14° 23,519'E

Dopo una giornata di totale relax a Procida con andate al
paese a più riprese, la flottiglia oggi si è rimessa in navigazione. Resta
comunque la meraviglia di quante poche barche ci siano in un posto del
genere. Le ho contate stamattina dopo una notte tranquilla. Erano appena 15.
Peccato per il costante rollio dovuto ai movimenti forsennati su e giù di
barchini e gommoni a motore. La direzione presa è SUD-EST e la meta è la
penisola sorrentina. Alla fine ci siamo fermati a Sant’Agnello. Posto
bellissimo proprio sotto la scogliera a picco con sopra la splendida villa
Crawford. Anche qui però, direi sicuramente accentuati, i problemi dovuti al
costante e forte rollio. Ai soliti instancabili motoscafi si sono aggiunti
anche i collegamenti pubblici tra Sorrento e Napoli.

Dopo una giornata di totale relax a Procida con andate al paese a più riprese, la flottiglia oggi si è rimessa in navigazione. Resta comunque la meraviglia di quante poche barche ci siano in un posto del genere. Le ho contate stamattina dopo una notte tranquilla. Erano appena 15. Peccato per il costante rollio dovuto ai movimenti forsennati su e giù di barchini e gommoni a motore. La direzione presa è SUD-EST e la meta è la penisola sorrentina. Alla fine ci siamo fermati a Sant’Agnello. Posto bellissimo proprio sotto la scogliera a picco con sopra la splendida villa Crawford. Anche qui però, direi sicuramente accentuati, i problemi dovuti al costante e forte rollio. Ai soliti instancabili motoscafi si sono aggiunti anche i collegamenti pubblici tra Sorrento e Napoli. Trixarc.138960.jpg Trixarc false
138940 01/08/2023 18:28 40.75726 14.0272 01/08/2023 18:28
40° 45,436'N 14° 01,632'E

Alle 8:00 di mattina, dopo una notte tranquilla nella baia
stranamente vuota di Ponza (eravamo in tutto 4 barche alla fonda), abbiamo
levato le ancore e puntato le nostre prue verso SUD-EST direzione Ventotene
e poi superata questa verso Ischia. Il mare è un po’ mosso ma il vento è
debole, non più di 5-6 nodi, per cui siamo obbligati a procedere a motore.
Questo avverrà per ben 10 ore tranne le ultime 15 miglia in cui abbiamo
aperto anche il genoa. Le onde intanto hanno aumentato la loro altezza e
cominciano a frangere. Anche il vento da OVEST alla fine è aumentato
portandosi sui 10-13 nodi. Alle 16:00 entriamo nella ben ridossata cala
Sant’Antonio nell’isola di Procida e ancoriamo. Non ci sono tantissime
barche.

Alle 8:00 di mattina, dopo una notte tranquilla nella baia stranamente vuota di Ponza (eravamo in tutto 4 barche alla fonda), abbiamo levato le ancore e puntato le nostre prue verso SUD-EST direzione Ventotene e poi superata questa verso Ischia. Il mare è un po’ mosso ma il vento è debole, non più di 5-6 nodi, per cui siamo obbligati a procedere a motore. Questo avverrà per ben 10 ore tranne le ultime 15 miglia in cui abbiamo aperto anche il genoa. Le onde intanto hanno aumentato la loro altezza e cominciano a frangere. Anche il vento da OVEST alla fine è aumentato portandosi sui 10-13 nodi. Alle 16:00 entriamo nella ben ridossata cala Sant’Antonio nell’isola di Procida e ancoriamo. Non ci sono tantissime barche. Trixarc.138940.jpg Trixarc false
138926 31/07/2023 19:45 40.92816 12.98602 31/07/2023 19:45
40° 55,690'N 12° 59,161'E

Anche questa volta all’alba, il primo giorno di agosto
abbiamo levato l’ancora davanti al porto di Nettuno dopo una notte
abbastanza tranquilla. Il mare presentava onde lunghe ma molto alte e la
navigazione a motore inziale risultava abbastanza difficoltosa. Alle 8:00
abbiamo provato ad andare solo a vela ma il divertimento è durato solo
mezzora. Per il resto della lunga navigazione, essendo calato il vento,
abbiamo utilizzato randa più genoa e contemporaneamente motore. Alle 13:00
le tre barche della flottiglia, Auradea, Pepita e Bubi, hanno ancorato nella
prima rada della costa EST di Ponza trovando molte meno barche di quanto ci
aspettavamo. Il posto è fantastico e l’acqua meravigliosa.

Anche questa volta all’alba, il primo giorno di agosto abbiamo levato l’ancora davanti al porto di Nettuno dopo una notte abbastanza tranquilla. Il mare presentava onde lunghe ma molto alte e la navigazione a motore inziale risultava abbastanza difficoltosa. Alle 8:00 abbiamo provato ad andare solo a vela ma il divertimento è durato solo mezzora. Per il resto della lunga navigazione, essendo calato il vento, abbiamo utilizzato randa più genoa e contemporaneamente motore. Alle 13:00 le tre barche della flottiglia, Auradea, Pepita e Bubi, hanno ancorato nella prima rada della costa EST di Ponza trovando molte meno barche di quanto ci aspettavamo. Il posto è fantastico e l’acqua meravigliosa. Trixarc.138926.jpg Trixarc false
138915 30/07/2023 17:36 41.45015 12.65236 30/07/2023 17:36
41° 27,009'N 12° 39,142'E

All’alba di domenica 30 luglio abbiamo mollato finalmente
gli ormeggi! Le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi, hanno quindi lasciato la
loro comune base di Riva di Traiano per dirigersi a sud. All’inizio l’onda
era molto formata ma c’era poco vento, poi quest’ultimo si è presentato alla
grande fino ad arrivare intorno ai 10-12 nodi e le barche hanno potuto
navigare a vela. E’ stata una veleggiata bellissima durata, tranne qualche
breve intervallo, quasi 12 ore. Dopo aver superato Fiumicino, Fiumara e
Ostia la piccola flotta si è diretta verso Anzio dando poi ancora ad Ovest
del marina di Nettuno. C’è ancora un po’ d’onda ma speriamo diminuisca.

All’alba di domenica 30 luglio abbiamo mollato finalmente gli ormeggi! Le tre barche, Auradea, Pepita e Bubi, hanno quindi lasciato la loro comune base di Riva di Traiano per dirigersi a sud. All’inizio l’onda era molto formata ma c’era poco vento, poi quest’ultimo si è presentato alla grande fino ad arrivare intorno ai 10-12 nodi e le barche hanno potuto navigare a vela. E’ stata una veleggiata bellissima durata, tranne qualche breve intervallo, quasi 12 ore. Dopo aver superato Fiumicino, Fiumara e Ostia la piccola flotta si è diretta verso Anzio dando poi ancora ad Ovest del marina di Nettuno. C’è ancora un po’ d’onda ma speriamo diminuisca. Trixarc.138915.jpg Trixarc false
138897 26/07/2023 11:16 42.0628333333333 11.8127777777778 26/07/2023 11:16
42° 03,770'N 11° 48,767'E

Pepita attende il momento di levare gli ormeggi
insieme alle sue compagne di avventura Auradea e Bubi. I programmi sono
fatti ma poi bisognerà come sempre fare i conti con il meteo e di questi
tempi, soprattutto dopo l’esperienza dell’anno scorso, l’attenzione deve
essere massima in tal senso.

Pepita attende il momento di levare gli ormeggi insieme alle sue compagne di avventura Auradea e Bubi. I programmi sono fatti ma poi bisognerà come sempre fare i conti con il meteo e di questi tempi, soprattutto dopo l’esperienza dell’anno scorso, l’attenzione deve essere massima in tal senso. Trixarc.138897.jpg Trixarc false